20 anni fa due uomini anticiparono i Bitcoin

20 anni fa 2 uomini predissero l’arrivo del Bitcoin, era l’era di Clinton al suo secondo mandato come Presidente degli Stati Uniti. Il film Titanic ha dominato il botteghino. “MMMBop” di Hanson ha preso d’assalto le classifiche musicali. L’anno 1997 è quando due esperti, pensatori marginali, scrissero The Sovereign Individual: Mastering the Transition to Information Age (TSI), pubblicato da Simon & Schuster. Gli impresari catastrofici James Dale Davidson e Lord William Rees-Mogg hanno scritto un libro incentrato sul futuro. L’umanità, hanno esortato, è stata coinvolta in una grande transizione. Audace, strano e talvolta semplicemente inquietante, il duo è riuscito a scoprire cosa significhi criptovaluta in un’irresistibile esattezza nella sua forma di vita reale, bitcoin, ben dieci anni prima di chiunque, incluso Satoshi Nakamoto.

I padri predittori del Bitcoin

“Ora l’avvento dell’era dell’informazione implica un’altra rivoluzione nel carattere del denaro”, inizia una sottosezione quasi al centro esatto della STI, scritta alla fine degli anni ’90. “Con l’inizio del cyber-commerce, ciò porterà inevitabilmente a cybermoney. Questa nuova forma di denaro ridurrà le probabilità, riducendo la capacità degli stati del mondo di determinare chi diventa un individuo sovrano. Una parte cruciale di questo cambiamento avverrà a causa dell’effetto della tecnologia dell’informazione nel liberare i detentori di ricchezza dall’esproprio attraverso l’inflazione “, scrivono.

Lord William Rees-Mogg è morto nel 2013 all’età di 84 anni. Era un uomo di lettere, avendo trascorso un notevole periodo come editore presso il venerabile Times of London, il più giovane ad aver mai tenuto il lavoro. Era conosciuto per tutta la sua vita per aver aderito al vestito gessato, molto tempo dopo che tutti gli altri erano andati in giro. Ha scritto a mano, anche con l’ubiquità dei computer e dei word processor. Si è persino rifiutato di guidare una macchina.

20 anni fa due uomini anticiparono i Bitcoin

I suoi editoriali erano pieni di gemme. Quando la cortese società britannica, di cui era sicuramente membro, tutelò il gruppo di ragazzi degli anni ’60 The Rolling Stones per il loro uso di droghe e rallegrò il loro potenziale ingabbiamento, la sua Signoria rimproverò: “Se vogliamo rappresentare un simbolo del conflitto tra i solidi valori tradizionali della Gran Bretagna e il nuovo edonismo, allora dobbiamo essere sicuri che i solidi valori tradizionali includono quelli di tolleranza e equità “, ha scritto, difendendo gli allora ragazzi. Il titolo di quella difesa reca la ristampa, “Chi rompe una farfalla su una ruota?” Scrisse anche molto sull’economia, ed era un fan del gold standard.
predisse i bitcoin

Aveva circa 67 anni quando lui e il suo co-autore, il signor Davidson, continuarono a TSI durante la fine degli anni ’90, “Presto, pagherai per quasi tutte le transazioni via Internet o sul World Wide Web nello stesso momento in cui lo posizioni , usando cybercash. Questa nuova forma di denaro digitale è destinata a svolgere un ruolo fondamentale nel cyber-commerce. Consisterà in sequenze crittografate di numeri primi a più centinaia di cifre. Unico, anonimo e verificabile, questo denaro ospiterà le transazioni più grandi. Sarà anche divisibile nella più piccola frazione di valore.Saranno scambiabili a un tasto in un mercato all’ingrosso multimiliardario senza frontiere “, prevedono.

inventori dei bitcoin

Dettagli incredibilmente precisi

James Dale Davidson, un americano e un uomo molto più giovane, è famoso per fare previsioni, non tutte sono venute fuori. È notoriamente un odiatore di Bill Clinton, ma Mr. Davidson è meglio conosciuto per aver fatto previsioni coerenti sull’economia degli Stati Uniti proprio vicino al disastro. Nel 2008, ovviamente, aveva ragione. È uno dei fondatori del National Taxpayers Union, ed è un frequente collaboratore di Newsmax.

Il signor Davidson ha incontrato Lord Rees-Mogg mentre era a Oxford circa quaranta anni fa. Un incontro casuale sulle ricerche di libri antiquari è finito in un’amicizia e un rapporto di lavoro durato decenni. Inizialmente si è evoluto in newsletter, che poi sono diventati libri come Blood in the Streets, The Great Reckoning e, naturalmente, The Sovereign Individual, l’argomento a cui torniamo.

Ecco cosa dicevano nel loro libro sul Bitcoin già 20 anni fa’:

“Inevitabilmente, questa nuova cybermoneta sarà denazionalizzataQuando gli individui sovrani possono affrontare le frontiere in un regno senza realtà fisica, non dovranno più tollerare la pratica a lungo dimostrata dei governi che degradano il valore dei loro soldi attraverso l’inflazione. Perché dovrebbero? Il controllo sul denaro migrerà dalle sale del potere al mercato globale “, afferma ancora una volta vent’anni fa.

Il Sovrano Individuale è un argomento, e una grande parte di esso presuppone un senso minimo di libertarismo americano nel resto del mondo. Questo è problematico per una serie di motivi, non ultimo dei quali è, beh, la maggior parte del mondo adora la governance a varie forme di livelli statali. La discussione è incessante su ciò che il governo dovrebbe fare, non su quanto meno dovrebbe esistere, e questa è stata una tendenza per tutto il tempo che chiunque può ricordare.

Soldi gratis, persone gratis
A parte questo, il signor Davidson e Lord Rees-Mogg credono che arriverà una specie di scontro della civiltà occidentale del XXI secolo. I governi sono intrinsecamente parassiti, prendendo dalle classi produttive e ridistribuendo basato sui gruppi favoriti. I governi sono in grado di essere questa mediocre perversa, raccogliendo vincitori e vinti, a causa del potere della sua borsa. Una specie di moneta digitale senza confini e senza legami sarebbe, se adottata popolarmente, la sua sicura scomparsa. L’Atlante che si stringe nelle spalle, se vuoi, del mondo comincerà quando un numero maggiore di settori produttivi toglierà la vita online, insiste il libro e si allontana dal governo di terra.

Tutta la vita umana cambierà radicalmente sotto la rubrica delle tecnologie crittografate. Liberati dal governo, dalle balie e dai badanti statali, i produttori saranno liberi di semplificare beni e servizi e manodopera in modi precedentemente non considerati. Anche la ragione principale dell’esistenza del governo, il monopolio della violenza, verrà praticamente eliminata di conseguenza.

Il signor Davidson e Lord Rees-Mogg non fanno mistero di ciò che potrebbe accadere sulla scia dei servizi governativi, del benessere e degli stati bellici, essendo diminuiti.Non sarà carino Almeno il motore della società, i suoi promotori e agitatori, l’aristocrazia naturale, saranno in grado di ricominciare la civiltà, andare dove sono apprezzati piuttosto che essere incatenati a persone di campagna etniche o politiche.

Liberare denaro significa liberare le persone. Spiegano: “Ogni transazione comporterà il trasferimento di sequenze di numeri primi cifrati a più centinaia di cifre.A differenza delle ricevute di denaro cartaceo emesse dai governi durante l’era dello standard dell’oro, che potrebbero essere duplicate a piacimento, il nuovo gold standard digitale oi suoi equivalenti di baratto saranno quasi impossibili da contraffare per la fondamentale ragione matematica che è quasi impossibile svelare il prodotto di numeri primi a più centinaia di cifre. Tutte le entrate saranno verificabili in modo univoco “, che è così preciso che può prendere il fiato di un lettore.

“La verificabilità delle ricevute digitali esclude questo espediente classico per espropriare la ricchezza attraverso l’inflazione. Il nuovo denaro digitale dell’era dell’informazione restituirà il controllo sul mezzo di scambio ai proprietari di ricchezza, che desiderano conservarlo, piuttosto che agli stati-nazione che desiderano spiritarlo via. ”

Plausibilità


“L’uso di questo nuovo cybermoney ti libererà in modo sostanziale dal potere dello stato”, diventa la loro tesi quasi anarchica, sebbene permetta il governo nelle tasche.

Il Bitcoin non richiede tutto quanto detto sopra per funzionare. Funziona su più livelli, in quanto i governi potrebbero altrettanto facilmente adottare una versione e limitare i percorsi e le transazioni fisiche in qualsiasi numero di procedure. Non credo che spegnerà la moneta legale né farà cadere i governi. Quindi, a quel punto, non sono d’accordo con TSI, anche se sono alla base di molte delle sue conclusioni.

I governi non sono necessari in quanto sono malvagi, e esistono solo per la loro capacità di fare il prepotente e il cajole. Prova a partire. Prova a non pagare le tasse. Prova a vivere solo un po ‘al di fuori delle sue vaste leggi. Troverai pittoresche nozioni come il consenso del governato come un mito grave proprio lì con Babbo Natale.

Il bitcoin può essere un modo per sfuggire ad alcune delle macchinazioni del governo, di sicuro. Tuttavia, i governi sono competenti in esattamente due aree: espropriazione e uccisione. Quest’ultimo rafforza il primo. Il fatto che moltissime persone, forse la stragrande maggioranza, ritengano che le loro stesse vite siano il risultato di politiche governative, non promette nulla di buono per predire la sua fine. In ogni caso, TSI confina con il geniale, e come esperimento mentale vale la pena dedicare del tempo.

Collaboratore di Economia Italia dal 2012, scrive di economia, finanza e politica dal 2007. Diplomato in ragioneria, è pubblicista e operatore turistico, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio e il Dipartimento di Lettere, lingue, letterature , civiltà antiche e moderne, presso l'Università degli Studi di Perugia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *