Alla ricerca del lavoro: strategie online e offline per trovare l’occupazione giusta

Oggi sono numerose le persone a caccia di un impiego. Se da un lato il mercato del lavoro odierno propone delle maggiori difficoltà legate alla competizione, dall’altro compensa offrendo svariati canali di approccio. In sintesi, chi è alla ricerca di un lavoro può farlo sia online sia offline, mettendo in campo diverse strategie.

In questa guida, dunque, vedremo come sfruttare le migliori opportunità concesse da entrambi i mondi, dedicando ad ognuno un paragrafo.

Alla ricerca del lavoro: strategie online e offline per trovare l’occupazione giusta

Come trovare lavoro online?

Innanzitutto, occorre specificare quanto sia importante oggi il canale digitale. Molto spesso, infatti, le aziende tendono a svolgere i colloqui anche tramite alcune piattaforme sul web. Per fortuna, anche in questo caso Internet ci viene in aiuto, poiché si possono trovare preziosi consigli su come gestire il colloquio online per ottenere il massimo risultato. Prima di arrivare al colloquio, però, ci sono una serie di step da intraprendere. Per prima cosa, è preferibile seguire un corso di specializzazione per ottenere un appeal maggiore sul mercato del lavoro, dalla laurea fino ad arrivare ai master (compresi i corsi online).

Inoltre, bisogna curare anche il branding personale, utilizzando ad esempio social come LinkedIn per fare rete e per farsi conoscere. Per inviare il proprio curriculum, invece, si possono sfruttare varie strategie. Ad esempio, è possibile monitorare le pagine web di annunci, oppure controllare la sezione “Lavora con noi” dei siti delle aziende. Se non ci sono posizioni aperte, si può comunque decidere di inviare un’autocandidatura, così da rompere il ghiaccio, tentando la fortuna. Infine, ritornando al personal branding, può essere utile creare un sito vetrina da usare come portfolio online.

Come trovare lavoro offline?

Le strade più ovvie sono due. In primo luogo, è possibile rivolgersi ai tradizionali centri per l’impiego, dove spesso si può ricevere anche una consulenza individuale. In secondo luogo, si consiglia di provare con le agenzie interinali: vere e proprie mediatrici che selezionano i candidati per conto di aziende terze. Ad ogni modo, è bene specificare che si tratta di due opzioni non semplici, soprattutto per via della concorrenza e dei tempi d’attesa richiesti. Naturalmente è possibile provare anche la via dei concorsi pubblici, anch’essa piuttosto complessa, ma ciò dipende soprattutto dai requisiti richiesti.

C’è chi trova lavoro anche grazie al passaparola, o partecipando alle fiere di settore, ma il canale più efficace resta quello del contatto diretto con le aziende. Ancora una volta, dunque, emerge la possibilità di inviare un’autocandidatura, stavolta non in forma di mail ma di lettera vera e propria. Un’altra opzione percorribile è l’inserimento di un annuncio sui giornali cartacei, nelle sezioni apposite: anche se potrebbe sembrare una pratica fuori moda e antica, in realtà grazie a questo sistema è possibile ottenere dei grandi risultati, specialmente se si hanno delle competenze particolari.

La Redazione di Economia Italia è formata da professionisti dell'economia e della finanza con la passione della divulgazione. Dal 2014 pubblichiamo guide sugli investimenti, prestiti, mondo della finanza e dell'economia, con un occhio di riguardo alle tematiche di energia rinnovabile, del lavoro e dell'economia italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.