Sigaretta Elettronica Conviene? Costi, Salute, Differenza con Tabacco

Conviene smettere di fumare le sigarette per passare alla sigaretta elettronica? Quali sono le differenze per la salute e per i costi? Finalmente questo articolo svelerà una volta per tutte, con dati scientifici alla mano, che svapare l’e-cigarette è più conveniente che fumare una normale sigaretta o del tabacco, non solo sotto il piano della salute ( la cosa più evidente ) ma anche sotto il profilo dei costi.
Philips Morris International aprirà uno stabilimento per produrre sigarette elettroniche in Italia – a Bologna – per un investimento di 500 milioni di euro; probabilmente anche per questo motivo la legislazione sulla sigaretta elettronica sta cambiando.
Le sigarette elettroniche si potranno fumare anche nei luoghi pubblici  e tecnicamente cambieranno: all’interno ci sarà del vero tabacco, non più delle essenze di tabacco unite a quantità regolate di nicotina, come quelle di oggi.

La sigaretta elettronica conviene a livello economico e di salute?

Assolutamente sì, passare dalla normale sigaretta alla sigaretta elettronica è molto conveniente, sia sul piano della salute fisica che su quello economico.

Non solo si risparmia in soldi e parliamo di tanti soldi se si considera che fumano le fasce più deboli della popolazione: studenti, pensionati, lavoratori senza un lavoro fisso. Parliamo di centinaia di euro all’anno di risparmio.

Ma è sopratutto la salute a fare la differenza e la scelta di passare a svapare piuttosto che a fumare.

Chi già ha provato la sigaretta elettronica ed abbandonato il tabacco o la normale sigaretta, sa infatti che solo dopo 2 giorni si sente una enorme differenza fisica rispetto a prima, per non parlare della differenza che si sente dopo 1 settimana o dopo 3 mesi.

Aumento del prezzo delle sigarette elettroniche per ricariche e dispositivi di inalazione:

  • Un vero e proprio furto legalizzato dal Parlamento, perpetrato ai danni del cittadino italiano che desidera smettere di fumare, furto ovviamente ‘spinto’ dai produttori di tabacco che hanno visto in questi ultimi anni crollare il proprio fatturato legato a questa droga leggera monopolizzata dallo Stato ( sì, lo abbiamo ricordato perché non tutti sanno che il tabacco é considerato a tutti gli effetti una droga leggera, in quanto dà una forte dipendenza).
  • Va detto però che per il momento questo aumento del prezzo  sembra stato ‘fermato’ dall’associazione dei produttori e venditori di sigarette elettroniche ( che con l’enorme confusione di legislazione in Italia su questa materia hanno già perso oltre 4.000 posti di lavoro)
Sigaretta Elettronica Conviene? Costi, Salute, Differenza con Tabacco
Sopra: com’è fatta una sigaretta elettronica, da : Corsera.

La liberalizzazione del fumo di sigaretta elettronica sui luoghi pubblici;

Come dire: invece di andare avanti si va indietro… Sì, perché se c’é stata una bella legge in Italia contro il fumo (legge 16 Gennaio 2003)  quella è stata proprio il divieto di fumo nei luoghi pubblici. Vi ricordate un tempo? Prima del 2001?

Le nuove sigarette elettroniche avranno del vero tabacco all’interno:

Questa é un’altra grande novità, anche questa – a nostro modo di vedere – é una novità per favorire i produttori di tabacco, e lo Stato in generale, in quanto attraverso l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha enormi interessi legati alla commercializzazione, la produzione e la vendita di tabacco; solo nel 2013 ci sono stati 730 milioni di euro di entrate in meno nelle casse dello Stato italiano, a causa del crollo della vendita dei tabacchi.

Le sigarette elettroniche hanno una ricarica di liquido.

In questo liquido, che di solito è semplice acqua distillata, possono venire immessi degli aromi per “insaporirlo”, esattamente come si fa con le sigarette, che a volte vengono riempiti da oltre 100 tipi diversi di aromi.

La nicotina nelle ricariche delle sigarette elettroniche

Tra le cose che si possono trovare all’interno della sigaretta elettronica, c’è la possibilità di avere della nicotina in quantità diversa.

Al massimo c’è una quantità simile alle sigarette, ma la quantità è scritta in percentuale e ben specificata.

Questo perchè chi vuole smettere di fumare è bene che lo faccia in modo graduale e la nicotina è una vera e propria droga che crea dipendenza.

Molti studi dicono che si tratti di una droga più potente della marijuana in fatto di dipendenza fisica.

Differenza Tra sigaretta elettronica e normale sigaretta sulla salute

Sopra: un video del Ministero della Salute Britannico che spazza via tutti i dubbi – se ancora ce ne fossero – sul fatto che la sigaretta elettronica fa molto meno male di una normale sigaretta.

Il video spiega sia a parole che con una semplice prova dei fatti, che la sigaretta elettronica ha il 95% in meno di sostanze nocive di una normale sigaretta.

Conviene la sigaretta elettronica a livello di salute?

Sì.

E’ questo che ci dice questo video e il Ministero della Salute inglese.

Passare dalla sigaretta di tabacco alla sigaretta elettronica conviene alla Nostra salute.

Questo, tutti Noi che abbiamo usato la sigaretta elettronica lo avevamo capito, ma oggi abbiamo una ricerca scientifica non solo che si può citare ma che si può vedere con un video.

Per anni la potente lobby del tabacco ha cercato di sminuire la sigaretta elettronica, ma alla prova dei fatti possiamo affermare senza ombra di dubbio che passare dalla normale sigaretta alla sigaretta elettronica è molto conveniente per la salute fisica.

Possiamo dire che una volta che si è passati ad una sigaretta elettronica con nicotina e poi , dopo un po’ di tempo ad una sigaretta elettronica senza nicotina, ha quasi lo stesso effetto di smettere di fumare sull’organismo, visto che il 95% delle sostanze nocive che si inalavano prima , dopo non si inalano più.

Una volta che si è smesso di comprare ricariche peer la e-cigarette con nicotina, smettere del tutto di fumare, rimane solo una questione psicologica facilmente risolvibile.

La sigaretta elettronica conviene rispetto le sigarette di tabacco?

Il risparmio di soldi è notevole e se si passa un periodo in cui si guadagna poco è ancora più evidente.

Comprare 1 pacchetto di sigarette al giorno costa circa 150 euro al mese, cioè 1800 euro all’anno. Che passano a circa 3.500 euro all’anno se si fumano 2 pacchetti di sigarette all’anno.

Una sigaretta elettronica costa dai 20 ai 50 euro, a secondo del modello.

Una ricarica costa dai 10 ai 15 euro e può durare 2 settimane, dipende da quanto si fuma. Ammesso di fumare tanto, con 30 euro al mese, cioè 350 euro all’anno possono bastare per fumare con sigaretta elettronica.

La sigaretta elettronica conviene a livello economico, quanto si risparmia:

Con un risparmio che può superare tranquillamente i 1.000 euro all’anno per arrivare anche ad un risparmio di 1.500 euro o 2.000 euro all’anno, a secondo di quanto si fuma.

E se fumo tabacco rullato con le cartine? Il risparmio sarà minore, ma sarà comunque un notevole risparmio.

Quando si compra il tabacco infatti va considerato che si devono comprare anche le cartine, i filtri, gli accendini. Tutte cose che sembrano solo orpelli ma che ogni bravo fumatore sa che alla fine del mese sono soldi e pure tanti.

Divieto di fumare in macchina:

  • E’ allo studio un disegno di legge che quando passerà ( e passerà, visto che che è già legge anche in Svezia e Gran Bretagna) che vieta fumare in macchina.
  • In questo caso, sarà vietato fumare anche le sigarette elettroniche, infatti il divieto viene messo per ragioni di sicurezza stradale, più che di salute pubblica, in quanto il guidatore, fumando, si distrarrebbe.
  • Sanzioni particolarmente alte per chi fumerà in macchina: si parte dalle 160 per arrivare alle 650 euro di multa..

Wikipedia

Collaboratore di Economia Italia dal 2012, scrive di economia, finanza e politica dal 2007. Diplomato in ragioneria, è pubblicista e operatore turistico, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio e il Dipartimento di Lettere, lingue, letterature , civiltà antiche e moderne, presso l'Università degli Studi di Perugia.

4 commenti

    1. Cose inesatte del tipo?
      Per ora è una bozza di un Decreto Legge il quale, finché non esce non lo può conoscere nessuno se non pochissime persone.
      Comunque queste informazioni sono state prese da fonti affidabili, anche se , essendo una bozza di decreto legge – queste possono anche variare con il tempo finchè non si avrà la legge definitiva

  1. E' molto difficile commentare il comportamento del governo se quanto si scrive sulle future sigarette elettroniche corrisponde al vero.E' difficile commentare perchè occorrerebbe far ricorso a delle parolacce che non credo siano consentite pubblicare,seppure on-line.Per adesso mi astengo in attesa di informazioni più certe.Nel caso ci tornerò su e,cercando di non cadere in tentazione,vedrò di commentarle senza usareparolacce,peraltro senza essere sicuro di riuscirci… Vedremo!!!

    1. Guarda, purtroppo come ben sai, le parolacce non si possono usare, ma anch'io sono molto, molto arrabbiato.
      Sono passato alle sigarette elettroniche solo pochi mesi fa, mi trovo benissimo, non fumo più tutta quella carta e quella nicotina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *