Come scrivere un articolo online per guadagnare con un Blog – Guida completa

Saper come scrivere un articolo online, è indispensabile se si vuole lavorare come scrittore, giornalista, o blogger su internet.
Gli articoli online seguono tutte le regole degli articoli di giornale cartacei, ma ne hanno qualcuna in più, in quanto non vengono letti solo da esseri umani,ma anche da 
motori di ricerca.


Quando scriviamo un articolo quindi, non bisogna stare solo attenti ai lettori umani, ma anche a quei robot che seguono degli algoritmi e che hanno una loro visione della realtà, per questo si parla di articoli SEO o ottimizzati SEO ( SEO è un’acronomo americano che sta per ottimizzazione per motori di ricerca).

Su internet ci sono decine di articoli simili a questo, ma anche Noi abbiamo voluto darvi una semplice guida su come scrivere un articolo SEO, in modo da non commettere errori.

Come scrivere un articolo online , seguendo le normali regole del giornalismo

  • Come dicevamo, gli articoli online seguono in quindi le regole del normale giornalismo, che dice che si raccontano i fatti,  le opinioni personali possono esserci, ma vanno distinte dai fatti.
  • Ovviamente chi fa giornalismo online scrive dal PC, non va sul posto, quindi deve scegliersi bene le fonti da dove prendere le notizie, deve stare attento a non fare facili sensazionalismi, cosa purtroppo che oggi come oggi è comune in gran parte dei media, anche quelli che dovrebbero essere più rigorosi, visto che vendono molto.
  • I sensazionalismi a volte scadono in vere e proprie fake-news, cioè notizie bufala, dalle quali si può stare lontani facendo un accurato controllo delle fonti.
  • Come controllare le fonti: una testimonianza è una fonte, un virgolettato si presume che sia la testimonianza o la dichiarazione di una persona, quindi è una fonte. Bisogna risalire a fonti certe, se nel blog di uno sconosciuto signor Mario Rossi c’è scritto che “Il Presidente del Consiglio è un ladro”, non bisogna dare per scontato che questo sia vero, anzi: bisogna controllare perchè se scriviamo una cosa del genere che poi non si rivela neppure vera, rischiamo la galera per il reato di diffamazione a mezzo stampa. Per controllare se il Blog del signor Mario Rossi dice il vero, bisognerà controllare la fonte dalla quale il sig. Rossi ha preso questa notizia, se nell’articolo non c’è citata la fonte, basta fare una ricerca su Google e vedere se altri giornali hanno ripreso la news. Se l’hanno ripresa solo ed esclusivamente blog di sconosciuti, con tutta probabilità è una bufala, se invece ci sono giornali importanti e famosi che l’hanno scritta perchè magari un loro giornalista ha una fonte, allora la notizia si può scrivere, dicendo sempre però da chi l’abbiamo vista.


Come scrivere un articolo online per guadagnare con un Blog Guida completa
Guadagnare con Youtube Lavori più pagati oggi
Come diventare un giornalista Come lavorare su internet senza investire
Come lavorare su Facebook Lavorare da casa
Lavorare con Snapchat

Come scrivere un articolo online seguendo le regole di internet 

  1. Titolo: il titolo dovrà parlare specificatamente dell’argomento che si vuole trattare, senza giri di parole.
  2. URL: la url ( cioè l’indirizzo internet dell’articolo) può essere cambiata a piacere nei moderni CMS come wordpress e dovrà avere 
  3. La prima parte, le prime 3-4 righe dovranno riprendere il tema del titolo, anche usando sinonimi ed in pratica riassumendo tutte le cose che si diranno nell’articolo.
  4. Parole chiave: 2 o 3 ( o anche più) sono le parole chiave, sono quelle parole che aiutano i motori di ricerca a trovare un articolo tra i milioni di articoli presenti nel web. Queste dovranno essere nel titolo, nella prima parte dell’articolo, nonché nei paragrafi, e ripetute ( non troppe volte da far risultare l’articolo ‘pesante’ sotto questo punto di vista) durante tutto l’articolo, anche usando sinonimi delle stesse parole chiave.
  5. Divisione in paragrafi: nello stesso articolo si parla di argomenti specifici, quando è possibile, metterli in specifici paragrafi ( la formattazione da usare è “intestazione”” pre il primo poi va bene “intestazione 3”, come negli esempi degli articoli giù scritti.
  6. Formattazione: continuando a parlare di formattazione, è bene usare tabelle, numerazioni, ed elenchi puntati ( come ce ne sono su diversi articoli nel sito).
  7. Opinioni : le opinioni vanno sempre sottolineate. Di solito si usa fare un ultimo paragrafo intitolato “Conclusioni” o “Opinioni”, in fondo all’articolo, dove esprimiamo la Nostra opinione circa un’azione da comprare, un andamento politico, ecc.
  8. Link interni: se parliamo di un argomento che abbiamo giù trattato in passato, è bene mettere un link al vecchio articolo.
  9. Link esterni, cioè che vanno verso siti, si possono usare proprio quando c’è da citare una fonte.
  10. NON COPIARE NIENTE . Non copia/incollare niente da nessun sito, se proprio si deve citare una frase di un politico, è bene prima fare uno screenshot, poi pubblicarla come immagine Google si accorge anche solo se è stata copiata una frase e penalizza l’articolo, facendolo trovare dopo gli altri, in questo modo si perdono posizioni, quindi lettori, quindi soldi.
  11. Immagini: devono descrivere l’argomento che stiamo trattando; molti siti puntano al fattore immagini, ma diciamo che se ne mettiamo tante è meglio, ma è indispensabile almeno metterne una, con tanto di descrizione per motori di ricerca con il tag “alt= title”.
  12. Video: i video, come le immagini devono descrivere l’argomento che stiamo trattando, sono approfondimenti e come tali vanno messi. Quanti metterne? Anche qui a scelta o nessuno o uno o anche più di uno. Come per le immagini, più video si mettono, meglio è.
  13. Lunghezza del testo: qui sono state spese miliardi di parole da esperti SEO per dire quanto il testo deve essere lungo. Nessuno conosce gli algoritmi di Google, questo è poco ma sicuro, ma si è visto che la lunghezza del testo può influire. Diciamo che dipende dall’argomento che stiamo trattando, se parlo di “Come cucinare un piatto di spaghetti alla matriciana” e su Google già si trovano 100 articoli uguali che di media hanno 500 parole l’uno, è normale che dovrò scriverne uno che ALMENO 500 parole per essere competitivo, meglio se sono di più, meno bene se sono di meno. Di certo articoletti da 100 o 200 paroline non sono il massimo, a meno che non si scriva di news o in un sito molto conosciuto e molto importante agli occhi di Google, ma questo è un’altro discorso, che ad uno che si limita a fare stesura di articoli non deve interessare.
  14. Stile di scrittura: quello dipende dal sito e sopratutto dal target di lettori, ma la regola base è quello di esprimersi in un modo comprensibile a tutti, considerando che se si scrive in italiano, nel Nostro paese la cultura media non è così elevata, specialmente se si parla di argomenti tecnici o scientifici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *