19 nov 2016

Filled Under: , ,

Tesla Motors: prezzi di auto nuove ed usato

Tesla Motors offre il futuro per le auto elettriche ed ibride, con prezzi interessanti,  tecnologie a basso impatto ambientale, in grado di consumare meno energia possibile. Anche nel settore dell'automotive si sono fatte strada le innovazioni e le auto elettriche che rispettano l'ambiente.
Nelle grandi città italiane il car sharing ha contribuito a sensibilizzare l'automobilista ad essere più rispettoso dell'aria che respiriamo sfruttando anche i vantaggi pratici di una vettura innovativa.
In questo campo Tesla Motors con le sue auto ha fatto scuola.

Acquistare una auto Tesla usata

Per entrare nel mondo della auto elettriche è possibile anche iniziare con l'acquisto di una vettura usata. Il mercato è vivace ed è possibile trovare diverse soluzioni. Le auto elettriche vantano un'usura ridottata se rapportata a quelle classiche a benzina o gasolio. Hanno un motore semplice così come tutte le altre componenti. Comprare una Tesla usata è vantaggiosa quasi come acquistare un veicolo nuovo. Con l'auto di seconda mano non si hanno tempi di attesa per la consegna e si ha un notevole vantaggio economico.

L’auto elettrica si svaluta meno rispetto a quella tradizionale. Nonostante questo i costi dell'usato sono inferiori e se vorrete rivenderla non perderete molto del suo valore.
LEGGI ANCHE >>> Prezzo TESLA Model 3 - Auto Elettriche Tesla, Goole ed Apple - Prezzi Tesla Usate - Prezzi Tesla Nuovo

Gli automobilisti che scelgono Tesla rientrano in un target di persone molto attente alla cura della propria autovettura. E' possibile acquistare da privati o attraverso concessionari o direttamente sul web.
Tesla Motors: prezzi di auto nuove ed usato

Tesla: auto con batteria da 60 kWh

L'azienda ha recentemente riproposto una versione con batteria da 60 kWh abbattendo il prezzo. La berlina totalmente elettrica Model S 60 a trazione posteriore viene quotata ad un prezzo base di 78.600 euro. La casa di Elon Musk garantisce che, nonostante la potenza ridotta, le prestazioni sono al top con un’autonomia garantita di 400 km, una velocità massima di 210 km/h e uno scatto da 0 a 100 km/h in 5,8 secondi.

La versione 60 D aumenta l’autonomia dichiarata (408 km). Si ha un’accelerazione più spinta (0-100 km/h in 5,5 secondi) per effetto del Dual Motor il secondo motore elettrico sull’asse anteriore che rende la trazione da posteriore a integrale. Il prezzo cambia e si parte da 84.300 euro.

Tesla in versione 60 e 60D può avere in dotazione la tecnologia del pilota automatico (con 2.800 euro all’ordine o 3.400 dopo la consegna) e delle funzioni per la sicurezza attiva. Entrambe le serie hanno l’upgrade attraverso software on the air, alla potenza di 75 kWh ed avere il 20% di autonomia maggiore (optional a 9.600 euro all’ordine o 10.200 se integrato in seguito). L’upgrade del premium, che arricchisce l’equipaggiamento base, costa 3.400 euro. Le sospensioni pneumatiche intelligenti costano 2.800 euro.

Serie degli optional

Ma non finisce qui. Tesla continua a stupire in fatto di innovazione con optional avveniristici. Con il pacchetto sottozero per i climi rigidi (1.150 euro), l’Ultra High Fidelity Sound con subwoofer e 12 altoparlanti (2.800 euro), la terza fila da 2 sedili all’indietro ed estraibili solo quando servono (3.400 euro), l’upgrade caricatore ad alta potenza (1.700 euro che salgono a 2.100 euro se viene richiesto dopo la consegna), e set invernali cerchi-pneumatici da 19” (2.900 euro), o da 21” (7.500 euro).

Guida autonoma

La soluzione su cui punta il business di Tesla per il prossimo futuro è la guida autonoma senza intervento da parte del conducente. Elon Musk la definisce guida autonoma di livello 5. L'uomo deve solo stabilire la destinazione e premere start. Il sistema automatico può guidare verso ogni località in cui naturalmente è legale spostarsi. Per Tesla il sistema automatico garantisce "un livello di sicurezza decisamente alto” se rapportato all'uomo.

L'hardware necessario per questa soluzione include 8 videocamere che garantiscono una visione a 360 gradi fino a 250 metri di distanza dall'auto e 12 sensori a sonar per assistere il sistema ottico. I sensori controllano una distanza doppia rispetto alle soluzioni precedenti. Tesla garantisce che possono percepire oggetti sia solidi che soffici. C'è un radar che rileva rischi non visibili come in caso di nebbia. La dotazione non include il Lidar, il sensore laser che molte altri costruttori ritengono necessario per offrire la piena autonomia.

Il computer di bordo è oltre 40 volte più potente rispetto alla soluzione presente sulle vecchie Tesla. A bordo c'è una GPU Nvidia Titan, in grado di gestire una rete neurale interna che analizza i dati raccolti da videocamera, sonar, radar e sensori.

Attualmente il sistema opera in background per raccogliere dati utili al proprio miglioramento. Non è in effetti in funzione in quanto è in fase di rodaggio e in attesa che la legislazione si adegui a questa nuova tecnologia.


Jessica Caldwell di Edmunds Inc ritiene che l'imprenditore sudafricano abbia giocato troppo d'anticipo. Per l'analista non ha senso acquistare un'auto autonoma prima che le leggi siano pronte.
LEGGI ANCHE >>>--- Novità del Salone di Milano - Novità RC Auto - Novità ACI

0 commenti:

Posta un commento

TU COSA NE PENSI ? SCRIVI LA TUA OPINIONE:
Il Vostro commento sarà pubblicato subito appena approvato.
Commenti Offensivi o Spam ( cioè link verso altri siti che non siano questo) non verranno pubblicati.

Metti la spunta a 'Inviami notifiche', per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.