30 dic 2014

Filled Under: ,

Roghi di alveari: api a rischio estinzione?

Aethina tumida é il coleottero degli alveari, un animale parassita degli alveari delle api, che riesce a distruggere interi alveari; un insetto parassita originario del Sudafrica che è arrivato anche in Italia e che per combatterlo, gli apicoltori italiani stanno facendo roghi di alveari; ma le api sono a rischio di estinzione?

Questo é quello che sta accadendo - più che altro - in Calabria, dove sembrerebbe che il coleottero degli alverai sia arrivato tramite il Porto di Gioia Tauro, clandestino a bordo delle navi.
Le api sudafricane ormai sono abituate all'Aethina tumida, e sono quindi più resistenti.
Le api europee invece, subiscono infiniti danni da questi insetti parassiti.

L'unico metodo di prevenzione al coleottero degli alveari che si è rilevato efficace quindi, è quello di uccidere le api e bruciare tutti gli alveari infestati.
Roghi di alveari: api a rischio estinzione?
Dare fuoco agli alverari è finora
l'unico modo per combattere l'Aethina tumida
3.600 alveari già sono stati bruciati nelle scorse settimane in Italia, con un notevole danno per gli apicoltori, ma più che altgro un enorme danno che può derivare all'economia italiana in quei posti in cui l'agricoltura é fonte principale di reddito e dove l'impollinazione delle api é basilare per l'impollinazione di piante.

Un altro problema sta nella denuncia degli alveari infestati.
Secondo molti apicoltori infatti, non tutti fanno autodenuncia di essere stati attaccati da questo flagello della natura, per evidenti ragioni economiche.

Anche lo stesso metodo di bruciare gli alveari non sembra essere del tutto efficace, ma comunque rimane l'unico metodo per ora che riesca in qualche moto a combattere questo flagello che si sta abbattendo sulla Nostra agricoltura.
Ovviamente il danno economico non lo si può vedere ora, ma solo tra molti mesi, quando ci sarà sicuramente meno miele, quando ci sarà meno raccolta di frutta in quanto anche la diminuita impollinazione delle piante si farà sentire.
Anche queste previsioni comunque, trovano il Loro tempo e per vedere i veri effetti di questa epidemia, non potremo che aspettare.
  • Le api non si estingueranno: la natura farà il suo corso, come le api sudafricane non subiscono gravi danni da questo insetto, anche le api europee con il tempo si adatteranno a questo nuovo stato di cose, certo è che Noi umani, da millenni amici di questi graziosi ed operosi animaletti  e sempre più dipendenti da Loro, non possiamo ignorare questo flagello e dobbiamo cercare di aiutarle.

0 commenti:

Posta un commento

TU COSA NE PENSI ? SCRIVI LA TUA OPINIONE:
Il Vostro commento sarà pubblicato subito appena approvato.
Commenti Offensivi o Spam ( cioè link verso altri siti che non siano questo) non verranno pubblicati.

Metti la spunta a 'Inviami notifiche', per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.