03 giu 2016

Filled Under: ,

Abbassare le pensioni per aiutare l'Economia italiana?

Aumentare le pensioni minime ed abbassare le pensioni più alte per far ripartire l'Economia. Una delle voci più importanti nel Bilancio dello Stato italiano é l'uscita per la Previdenza Sociale.
Tutti hanno diritto ad una pensione per far si che la propria vecchiaia sia il più serena possibile.

Il Sistema Pensionistico Obbligatorio, così com'é ormai non ce lo possiamo più permettere.
Nella congiuntura tra crisi economica e diminuzione delle natalità ormai l'età media in Italia ha superato abbondantemente i 44 anni.
Se si considera che invece a livello di longevità siamo arrivati a 82 anni di aspettativa di vita in Italia ( in media tra maschi e femmine), si può facilmente comprendere che ormai I NUMERI ci dicono che il sistema, così com'è, non può reggere, e nemmeno si può aumentare l'età pensionabile fino all'infinito: bisogna pensare ad altre soluzioni.
Che fine fanno i contributi che verso per la pensione?

Abbassare le pensioni per aiutare l'Economia italiana?
Per riformare le pensioni non si può che passare
per una redistribuzione delle pensioni
Ho versato dei contributi ed ora voglio la mia pensione; é vero - o meglio -  per ora é vero e giusto, però così com'è studiato questo sistema, va cambiato,  non sarà un cambiamento giusto, sarà un cambiamento molto ingiusto, come sosteneva anche il Ministro dell'Economia, Paduan pochi giorni fa.
Ecco come abbassare le pensioni per aiutare l'economia italiana:
Una volta che si va in pensione, è giusto ricevere una pensione a secondo di quanto si é versato. In questo particolare momento di crisi economica però, è giusto che questo rapporto si riveda, sia per dare un vantaggio a chi prende una pensione minima ( si potrebbero così aumentare le pensioni minime fino a 1.000 euro al mese) che togliere dopo i primi 5 anni in cui si è goduto la pensione ( solo ai pensionati che prendono più di 1.000 euro al mese) .
Questa è una soluzione un pò di sinistra ( forse troppo?), per cercare di ridistribuire il reddito ma ecco un esempio di come si potrebbe procedere. Ripetiamo: questo è solo un esempio - ampiamente migliorabile - che porta la pensione minima a 1.000 euro al mese e che abbassa le pensioni più alte in modo proporzionale in base a quanti anni si sono percepite.

Noi abbiamo pensato a questo tipo di soluzione, che prevede dei tagli, fino ad arrivare ad un Minimo di 1.000 Euro di Pensione al Mese per Tutti:

  1. Nei primi 5 anni di pensione si prende tutto il dovuto
  2. Dai 5 ai 10 anni di pensione: per le pensioni sopra ai 1.000 euro, si prende il 70% di quello a cui si ha diritto.
  3. Dai 10 ai 15 anni di pensione: Per le pensioni sopra ai 1.000 euro, si prende il 50% di quello a cui si ha diritto.
  4. Dai 15 ai 20 anni di pensione: Per le pensioni sopra ai 1.000 euro, si prende il 30% di quello a cui si ha diritto. ( Ad esempio se ho diritto a 10 mila euro di pensione al mese, ne prenderò solo 3 mila)
  5. Dopo 20 anni di pensione: i bisogni, superati gli 80 anni di età diminuiscono, si prenderanno 'solo' i 1.000 euro al mese di pensione , la minima...

Vantaggi:

  • Ci sarà un grande risparmio da parte dell'INPS, ci sarà un aumento delle cosiddette pensioni integrative private, dando slancio al terziario, cioé banche ed assicurazioni che fanno questo tipo di contratti, ma sopratutto ci sarà una grande ridistribuzione del reddito. Dopo alcuni anni chi guadagna bene riuscirà a farsi una pensione integrativa che colmerà le penalizzazioni di questo sistema. La redistribuzione del reddito e la diminuzione dei costi per l'INPS darà uno slancio alla Nostra economia. 
  • Nel caso in cui - dopo un attento studio - questa ipotesi venga presa in considerazione e fatta legge (senza non poche difficoltà giuridiche, in quanto le pensioni sono diritti acquisiti) bisognerà fare una grande lotta contro i lavoratori che sicuramente protesteranno sotto forma di scioperi contro questa indispensabile riforma delle pensioni.

Svantaggi:

  • Ci sono anche degli svantaggi: ora le pensioni dei 'nonni' servono a mantenere molte famiglie italiane, e senza più pensioni che aiutano i giovani disoccupati questi saranno costretti ad uscire di casa e cercarsi un lavoro per quanto umile possa essere o di emigrare, questo potrebbe portare ad un ulteriore depressione della Nostra economia, tutta da dimostrare, comunque.
  • Prevedibile saranno le proteste dei lavoratori che dovranno prendere più di mille euro al mese, saranno loro infatti gli unici che ci rimetteranno, se si considera che ci sono circa 30 milioni di lavoratori in Italia, ecco che queste proteste che sicuramente confluiranno in scioperi potrebbero essere molto negativi per la Nostra economia.
  • Difficilmente un partito politico italiano metterà nel proprio programma una riforma delle pensioni così drastica e rivoluzionaria. Si tratta di una vera e propria rivoluzione delle pensioni che è fondamentalmente é una rivoluzione comunista, in quanto punta principalmente alla redistribuzione del reddito, ma anche ( e per assurdo) una rivoluzione liberista, in quanto implica di mettere un vero e proprio 'turbo' al mercato delle pensioni private.   
Pensioni minime: un pensionato su due non arriva a fine mese
Pensioni ultime novità
Legge di stabilità
Referendum Costituzionale
Bilancio semplificato

18 commenti:

  1. Anonimo2.7.14

    MA CHI SCRIVE HA MAI PROVATO A VIVERE IN ITALIA CON 1500 EURO DI PENSIONE ??????????

    IN TRE ANNI LA MIA PENSIONE DOPO 44 ANNI DI LAVORO E' DIMINUITA DI 120EURO SENZA CONTARE

    IL MANCATO ADEGUAMENTO ALL'IINFLAZIONE,E' MOLTO FACILE PARLARE QUANDO NON SI HANNO PROBLEMI OGNI MESE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui non c'é scritto di abbassare pensioni di 1.500 euro al mese, ovviamente si tratterebbe di abbassare pensioni molto alte, che superano i 5 mila euro al mese, o i 3 mila, ma certo è comunque tutto da discutere

      Elimina
  2. Anonimo2.7.14

    Non posso dire cosa penso di questo concetto di "ridistribuire il reddito", però bisogna ammettere che è una ottima idea. Io apporterei una modifica: uccidere chi sta per andare in pensione così l'INPS sarebbe salva e non avremmo squilibri tra chi muore di fame con 1000 Euro al mese e chi muore di fame con 1500 Euro al mese. A proposito ma quanto guadagna al giorno chi ha pensato sta c .......???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno in Italia 'muore di fame', specialmente con 1.000 euro al mese di reddito.

      Detto questo, qui nessuno vuol diminuire le già basse pensioni minime, o toccare quelle che rientrano intorno al reddito medio italiano.

      In caso si tratterebbe di ritoccare quelle che superano i mila euro lordi

      Elimina
    2. Io non capisco come si fa a pensare che con 1000 € al mese si vive bene.Quando hai pagato tutto ti rimane niente in mano. Domani quando per qualche motivo dovrò andare in un ospizio sai quanto costa credo di no??? Ci oltre 2200 € al mese e dove li prende si diminuiscono le pensione degli operai??? Le grandi pensioni non si toccano dato che la consulta ha bocciato la legge???? Allora va bene toccare le pensioni degli operai coloro che mantengono lo stato ma non toccare guelle dei manager da 10000 € al mese e non so perché ci sono anche quelli che prendono di più!!!!!!!

      Elimina
  3. Anonimo3.7.14

    Mi sembra un gigantesco regalo all'evasione fiscale. Ma chi verserà più' i salatissimi contributi previdenziali (spesso pari allo stipendio netto) se saprà che non serviranno a nulla. Ma chi scrive ci è o ci fa ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'evasione fiscale può essere un reato da CPP.
      Se in pensione ci vai a 65 anni e fino ad 85 anni prendi una percentuale cospicua al dovuto, perché non aiutare gli altri poveri italiani?
      I soliti egoisti.

      Elimina
  4. Salve condivido che le pensione minime vanno portate a livelli adeguati,attualmente 1000 staranno bene a tutti.Bisogna portare le pensioni d'oro a limiti accettabili dai cittadini che non sono di serie b.Credo dai 65 anni in poi le super pensioni portarli a livelli onesti e giustamente il plus redistribuire ai meno fortunati.Questi signori gia' hanno rubato tanti e tanti soldi stai sicuro che non muoiono di fame a raggiungimento di pensione.Nella vita di lavoro un operaio massimo si puo comprare una casa e vivere dignitosamente.Questi grandi evasori e manager dopo 4 anni diventano milionari e possibile e onesto ? chi li controlla? e bene togliere da questi le somme per tutelare la pensione per tutti.La vita di un anno di questi signori equivale a tutta la tua durata di vita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti come proposta è azzardata, ma bisogna cambiare mentalità, altrimenti..

      Elimina
  5. Ora anche la FMI la pensa come questo Blog.
    Era ora.

    RispondiElimina
  6. Anonimo16.10.14

    questa è la solita stronzata di chi si preoccupa di essere sbranato dalla protesta.....quindi un tozzo di pane per tutti. Anche chi non ha fatto nulla per tutta la vita e vissuto di espedienti si ritrova a percepire pensioni pari a chi ha versato contributi pesanti per oltre 40 anni. Le regole si cambiano o si modificano a inizio gioco.....dopo 40 anni di contributi come faccio a integrare o ad organizzare in modo diverso la mia vita...somaro!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo quello che dice Lei sarà verità, se non si inizia a tagliare pensioni che non stanno nè in cielo nè in terra

      Elimina
    2. Anonimo1.4.15

      Chi scrive queste idee è sicuramente fuori di testa. Come si fa a dire a una persona, che è stata costretta a versare tanto e per un numero di anni deciso da altri, di rinunciare a quanto versato? A parte i politici, pensate che chi prende di più è perché gli regalano dei soldi o deve fare dei sacrifici? Sono stuto di sentire cavolate. Se si vuole la crescita bisogna abbassare le tasse e dare più soldi alla gente. Se questo comporta uscire dall'Euro, usciamo di corsa e smettiamola di scrivere cose assurde.

      Elimina
  7. 'na pazzia , semplicente è una pazzia

    chi scive ste bestialità mai nella vita ha fatto un lavoro CONCRETO ,

    RispondiElimina
  8. Anonimo1.4.15

    questa proposta è una semplice pazzia....una pazzia per persone semplici, la solidarietà tra poveri ed i ricchi del mondo sempre più ricchi , ma fuori dalla solidarietà -

    al genio che lo ha pensato: < che super studiata , hai fatto le scule alte eh ? >

    RispondiElimina
  9. Anonimo1.4.15

    Per la prossima vita facciamo così ,
    io mi tengo i 400,000 euro che ho versato per la pensione , e voi vi tenete pure i 1000 euro al mese.... almeno così non devo subire un furto direttamante dallo stato -
    in alterantiva facciamo così , si dichiara che i cittadini sono schiavi e lo stato ha diritto di vita e di morte e la facciamo finita coi ditritti , con i patti stipulati 42 anni prima ( puah che robaccia) e si scopre non valevano una cippa......

    RispondiElimina
  10. Chi è povero sarà sempre più povero,chi è ricco sarà sempre più ricco.... E giusto ridistribuire ma bisogna partire dall'alto e no partire dal basso

    RispondiElimina
  11. Spero che questa sia solo una proposta provocatoria, altrimenti è una proposta da imbecilli; anche se in Italia le proposte più assurde sono quelle che vengono attuate. Se ho lavorato per 40 e più anni e ho versato 500 ero al mese più la parte del mio datore di lavoro, pretendo che la mia pensione sia adeguata ai miei versamenti. Se ho fatto l'evasore e versato poco mi devo accontentare di quello che il convento passa. Se ho fatto il lazzarone/parassita/..... (anche se poco) mi devo accontentare di quanto la benevolenza sociale mi da. (Concordo con quanto scritto da "anonimo"

    RispondiElimina

TU COSA NE PENSI ? SCRIVI LA TUA OPINIONE:
Il Vostro commento sarà pubblicato subito appena approvato.
Commenti Offensivi o Spam ( cioè link verso altri siti che non siano questo) non verranno pubblicati.

Metti la spunta a 'Inviami notifiche', per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.