12 giu 2014

Filled Under:

Bolletta luce e benzina più care con i pozzi di petrolio in Iraq in mano agli estremisti islamici

500 mila iracheni stanno fuggendo da Mossul, 2a città dell'Iraq , zona in cui ci sono molti dei pozzi di petrolio che sono stata la vera ( e poco nascosta) ragione per cui l'America ha invaso l'Iraq.

Ora tutti questi civili con molta probabilità cercheranno di andare in Europa, il posto più vicino dove sperare di trovare un lavoro e una sistemazione degna di questo nome.
Si chiama Stato islamico dell'Iraq, ed è un'organizzazione militare irachena che sta prendendo pian piano il potere in questo paese, spazzando via lentamente, ma inesorabilmente quello stato fantoccio voluto dagli Usa e dalla comunità internazionale.
L'ISIL (Stato Islamico dell'Iraq e del Levante) ha come obiettivo la costituzione di un grande califfato che comprenda la Siria e l'Iraq, ed e' entrato in Iraq dopo essere stato sconfitto dall'Esercito Arabo Siriano di Assad, e in quattro e quattr'otto si e' preso la seconda citta' dell'Iraq, si pensi che questa organizzazione - prima vicino ad Al-Queda - è stata disconosciuta anche dai devoti di Bin Laden, in quanto troppo brutali, brutalità che stanno facendo fuggire tutti gli abitanti iracheni di quelle zone.

Abbiamo voluto mandare via Saddam, un laico, ora in parte dell' Iraq si è già stabilito questo 'Stato islamico', poi?
Quello che alla fine a Noi ci interessa nella vita di tutti i giorni, è che la benzina costerà di più , e quindi pure la Nostra bolletta dell'elettricità, e ci saranno molti più disoccupati ( i rifugiati iracheni) nelle nostre strade, il tutto grazie alla politica espansionistica militare americana.
Bolletta luce e benzina più care con i pozzi di petrolio in Iraq in mano agli estremisti islamici
Bolletta della luce
Somalia Afganistan,Libia Siria adesso di nuovo Iraq Una catastrofe dopo l'altra,l'impero è impazzito, non riesce nemmeno piu' a fare delle guerre(la sua abituale specialità) che siano proficue per lui !non solo non riesce piu' ad averne un ritorno economico ,ma sono un disastro per tutti, noi europei in primis.
 Solo un idiota avrebbe potuto pensare che abbattendo uno dopo l'altro tutti i regimi laici arabi ,questi non sarebbero poi finiti in mano agli islamisti e solo a un pazzo irresponsabile sarebbe venuto in mente di armare direttamente i fondamentalisti ,come hanno fatto gli Usa e l'Arabia Saudita prima in Libia e poi in Siria:bisogna fermarli ,i principali siti petroliferi della Libia ed adesso Iraq ,le uniche grandi riserve di petrolio rimaste ,dopo che è cominciato il declino di quelle dell'Arabia Saudita, sono di fatto cadute nel caos ! non contenti ora anche l'Ucraina!
 Il capitalismo non è solo in crisi terminale sul fronte economico, è del tutto fuori controllo anche in politica estera, riesce solo a distruggere, uccidere migliaia e migliaia di persone senza neanche essere piu' capace di trarne un vantaggio economico ed energetico per lui stesso!
Che faranno ora, ritornano in massa i Iraq?

2 commenti:

  1. Anonimo16.6.14

    Speriamo di no

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .. lo speriamo tutti, ma purtroppo la storia non ci mente

      Elimina

TU COSA NE PENSI ? SCRIVI LA TUA OPINIONE:
Il Vostro commento sarà pubblicato subito appena approvato.
Commenti Offensivi o Spam ( cioè link verso altri siti che non siano questo) non verranno pubblicati.

Metti la spunta a 'Inviami notifiche', per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.