27 feb 2016

Filled Under: ,

Vendita di seconde case: perché bisogna affrettarsi

Case al mare, case in montagna, tutte le seconde case in vendita, é questo il trend del mercato immobiliare di questo inizio 2014.

Ormai troppe sono le tasse, ormai gli oltre 5 miliardi di euro degli italiani che hanno investito nella seconda casa non hanno più senso in un paese dove molte persone che avevano un lavoro lo hanno perso e dove le tasse per la seconda casa incidono indirettamente anche sulla prima, arrivando a cifre astronomiche con la nuova Tasi, le nuove tariffe sui rifiuti che hanno cambiato i propri nomi e parametri solo per spillare più soldi al proprietario.
Ma detto questo, come vendere la propria casa in un momento non certo favorevole?
Innanzitutto bisogna sbrigarsi e pubblicizzare la vendita: secondo alcuni studi i primi 15 giorni della vendita sono quelli decisivi in cui si troverà o non si troverà un acquirente.
Per il prezzo bisogna accontentarsi, e cercare di non puntare troppo in
Vendita di seconde case: perché bisogna affretarsi
E' un buonanche il momento di comprare,
oltre che di vendere case.
alto, bisogna adeguarsi al mercato (prezzo al metro quadro) del posto in cui si possiede la casa, inoltre bisogna dare un occhio alla tipologia abitativa nonché all'anno di fabbricazione.

Fortunati sono coloro che hanno una casa con una fermata dell'autobus nelle vicinanze o con un parco per bambini, qui il prezzo può salire di molto, ma anche il numero di finestre e l'esposizione.
Per consulenze si può andare presso le agenzie del territorio o presso agenzie specializzate quali: Tecnocasa, Gabetti, Nomisma.

Ovviamente é anche un ottimo momento per comprare case, visto che l'offerta si sta sempre più allargando; dall'altra parte, se avete dei dubbi e delle perplessità, é bene scioglierli subito: vendete, prima che i prezzi crollino ulteriormente!!

4 commenti:

  1. Speriamo che questo governo sparisca al più presto se no va a finire che ci farà dormire sotto i ponti per dare le nostre sudate case agli extracomunitari in cambio di un voto. La realtà si vede di giorno in giorno, ma non tengono conto che può succedere una RIVOLUZIONE e che dopo non ci sarà nessuna pietà perchè non avranno il tempo di scappare e subiranno le ire dei cittadini oramai allo sballo e stufi di subire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, non so quanto sia responsabilità di questo Governo, che in effetti ne ha, visto che appunto ci governa e potrebbe cambiare alcune leggi, ma in realtà ha solo alcune responsabilità.
      Purtroppo siamo messi male e non so quanto la politica possa veramente incidere sull'economia senza fare grandi danni

      Elimina
    2. Non pensate ai soli politici, quelli dopo un po' se ne tornano a casa loro. Piuttosto accorgetevi dei carriueristi pubblici, degli assunti a vita nel Potere Amministrativo e Giudiziario. Questa gente te le devi tenere per tutta la vita! E le leggi in fondo le scrivono loro, non i politici che hanno ben altro da fare.

      Elimina
  2. Anonimo8.2.15

    questo risultato è la somma di tutti i governi che si sono succeduti dal dopo guerra ad oggi, quindi ...rivoluzione, ma il popolo italiano non ha ancora fame, ha ancora la pancia se non piena per lo meno è sazio quindi x la rivoluzione si deve aspettare ancora forse 10 o 15 anni, dopo forse...........

    RispondiElimina

TU COSA NE PENSI ? SCRIVI LA TUA OPINIONE:
Il Vostro commento sarà pubblicato subito appena approvato.
Commenti Offensivi o Spam ( cioè link verso altri siti che non siano questo) non verranno pubblicati.

Metti la spunta a 'Inviami notifiche', per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.