12 dic 2013

Filled Under:

Quanto costa uscire dall'Euro?

Quanto costa uscire dall'Euro

In questi giorni un vento di protesta sta spazzando l'Italia.
Ormai la crisi economica, derivata da quella finanziaria del 2008 é arrivata a punti quasi insopportabili per una larga fascia della popolazione italiana e molti di questi puntano il dito sull'euro come causa principale dei mali della Nostra economia.
Ma é proprio così?
In effetti, se andiamo a vedere quello che è successo nelle grandi economie quando ci furono delle gravissime crisi economiche, constatiamo che lo Stato investì molto in opere pubbliche, indebitandosi anche in modo importante.
Questo accadde in America dopo la crisi del '29 ed in Germania.
Operai che non avevano più un lavoro furono mandati a fare lavori di pubblica utilità e pagati per questo, proprio per 'far girare l'economia'.
Per l'America di oggi, Obama sta cercando di far ripartire l'economia con questa ricetta: tagli alla spesa pubblica, tagli alle tasse e stimoli monetari, e finora i dati gli danno ragione: l'America é in crescita, nonostante qualcuno pensi che tra poco la Borsa di Wall Street crollerà proprio per questa politica monetaria espansionistica.
L'europa da canto suo, sta invece seguendo una politica di pareggio di bilancio, che si traduce in grandi sacrifici , sopratutto per le economie più deboli come la Nostra, che in questo modo non riescono in alcun modo a crescere, attanagliate da una tassazione che non lascia spazi agli investimenti.

Come uscire dalla crisi:

Secondo molti analisti ( come Noi andiamo predicando da tempo) uscire dall'Euro non servirà a niente, potrà servire invece un cambio di rotta della politica economica europea.
Ormai il pareggio di bilancio si é visto che non funziona, se le economie dei paesi del Nord Europa stanno andando benino infatti quelle del Sud non vanno, non riescono in alcun modo a decollare ed alcune sono a rischio deflazione.
I problemi sociali che possono nascere sono estremamente gravi, come si é visto in questi giorni: persone esasperate che non riescono a trovare un posto di lavoro, che non riescono ad arrivare a fine mese, possono unirsi e trasformare molti dei paesi europei in un vero e proprio campo di battagli.
L'Europa deve smetterla di essere solo un ragioniere che fa tornare i conti e si deve mettere a far politica, cioè occuparsi dei bisogni dei cittadini.
Continuare a tartassare cittadini che ormai hanno redditi da terzo mondo, non può portare a nulla se non ad un pericoloso scontro sociale, che può - nella migliore delle ipotesi -  far crescere i partiti che vogliono andare fuori dall'euro ( con quali prospettive poi, in un'economia globalizzata?).
Questo si traduce che Berlino accetti il nuovo statuto della Bce, per attuare una strategia monetaria espansionista in cambio di riforme strutturali dei paesi con debito e deficit elevati (come l'Italia).

L'uscita dall'Euro e possibili scenari:

  1. Uscita dall'euro: Qui i problemi sono 2 : Chi resta nell'euro? Chi ne esce? Inoltre ci potrebbe essere un'enorme speculazione finanziaria che potrebbe anche colpire quei paesi che ritornino alle vecchie monete. Secondo molti analisti l'uscita dall'euro potrebbe portare ad una forte svalutazione del potere d'acquisto, dal 20 al 30% nonchè un calo del PIL che potrebbe arrivare in alcuni casi ( come la Francia ) anche ad un -20%, conseguenze che per economie già in difficoltà diventerebbe una vera e propria tragedia sociale. La situazione italiana: con l'uscita dall'euro ritornerebbe lo spettro dell'inflazione, che ha accompagnato la Nostra economia per decenni, inoltre il patrimonio degli italiani (in Italia il risparmio delle famiglie è uno dei più alti in percentuale tra i paesi europei) si svaluterebbe dal giorno alla notte del 20-30%. Altro problema sarebbe una possibile speculazione finanziaria che potrebbe portare delle gravi conseguenze tra le banche nostrane, nonché un aumento del debito pubblico. Le conseguenze positive: le industrie italiane potrebbero però trarre giovamento dalla svalutazione della Nostra moneta, incentivando le esportazioni, inoltre tornerebbero gli investimenti dall'estero. Se a questo aggiungiamo il fatto che il mercato unico europeo potrebbe smettere di esistere, allora i Nostri redditi medi potrebbero diminuire di 4-5.000 euro all'anno, oltre che portare ad una crisi economica a livello mondiale.
  2. Rifondazione dell'euro: in pratica le decisioni da economiche dovrebbero diventare politiche, cioé un vero e proprio governo europeo, che nonostante siano passati oltre 10 anni dall'inizio dell'euro ancora non esiste.

Nel mondo cosa succede?

  • In Africa, ad esempio si sta cercando di fare un mercato comune africano con una moneta unica. Ci sono paesi che stanno studiando questa possibilità e si stanno organizzando per raggiungere questo obiettivo.

0 commenti:

Posta un commento

TU COSA NE PENSI ? SCRIVI LA TUA OPINIONE:
Il Vostro commento sarà pubblicato subito appena approvato.
Commenti Offensivi o Spam ( cioè link verso altri siti che non siano questo) non verranno pubblicati.

Metti la spunta a 'Inviami notifiche', per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.